I Codici

Il Codice Morse

Il codice Morse fu inventato da Samuel Finley Breese Morse nel 1836 (nella foto).
Formato da combinazioni di segnali lunghi e brevi (“linea” e “punto”) la linea circa tre volte più lunga del punto,con cui si rappresentano tutti numeri e le lettere dell’alfabeto. Punti e linee si possono riprodurre anche con la comune voce usando  TI per i punti e la TA per le linee.
Inizialmente il codice morse viene usato per la telegrafia a filo, poi successivamente adottato per la radiotelegrafia. Utilizzato normalmente fino a pochi anni fa per le comunicazioni,oggi “sopravvive” solo in parte del campo amatoriale. L’abbreviazione in codice Morse più conosciuta è sicuramente l’SOS, 3 punti 3 linee 3 punti(…—…).
L’uso di punti e linee è la rappresentazione classica. Quando si leggono forse è più utile pensarli in forma sonora, per esempio leggere la lettera A non come “punto linea” ma come TI-TA.

Caratteri Morse Base

 

A · – B – · · · C – · – · D – · · E · F · · – ·
G – – · H · · · · I · · J · – – – – K – · – L · – · ·
M – – N – · O – – – P · – – · Q – – · – R · – ·
S · · · T – U · · – V · · · – W · – – X – · · –
Y – · – – Z – – · · 1 · – – – – 2 · · – – – 3 · · · – – 4 · · · · –
5 · · · · · 6 – · · · · 7 – – · · · 8 – – – · · 9 – – – – · 0 – – – – –
 ·  · – · – · – ? · · – – · · =  – · · · – /  – · · – · ,  – – · · – – + · – · – ·
–  – · · · · – * · · · – · – ( – · – – · ) – · – – · – : – – – · · · ; – · – · – ·

 

Codice Fonetico

 

A-ALFA B-BRAVO C-CHARLIE D-DELTA E-ECHO F-FOXTROT
G-GOLF H-HOTEL I-INDIA J-JULETT K-KILO L-LIMA
M-MIKE N-NOVEMBER O-OSCAR P-PAPA Q-QUEBEC R-ROMEO
S-SIERRA T-TANGO U-UNIFORM V-VICTOR W-WHISKEY X-XRAY
Y-YANKEE Z-ZULO

Codice Q

Principali voci, valgono come affermazione  oppure come domanda.

 

QRA Il mio nome …..
QRB Distanza di Km…
QRG La frequenza è ……
QRK La comprensibilità è ……
QRL Sono occupato
QRM Ci sono disturbi artificiali
QRN Ci sono disturbi naturali
QRO Aumento la potenza
QRP Diminuisco la potenza, oppure stazione di piccola potenza
QRQ Trasmetti più in fretta
QRS Trasmetti più lentamente
QRT Sospendo la trasmissione
QRU Niente da segnalare
QRV Sei pronto ?
QRX Vi chiamo alle ore ………su …….
QRZ Sei chiamato da ……
QSA La forza del tuo segnale è ……….
QSB La forza del tuo segnale varia
QSK Posso sentirti mentre trasmetto
QSL Ho ricevuto,  oppure ricezione corretta, conferma di ricezione
QSO Puoi comunicare con …………..
QSR Ripetere la chiamata
QSV Prova di trasmissione
QSY Cambia frequenza di trasmissione
QSZ Ripetere due volte la parola
QTC Ho messaggi per te
QTH La mia posizione è …….
QTQ Comunicazione in codice q
QTR L’ora esatta è

Scala RST

R = COMPRENSIBILITA’
S = INTENSITA’
T = NOTA (solo CW)
1. Incomprensibile. 1. Segnali debolissimi, appena
percettibili.
1. Nota estremamente ronzante.
2. Appena comprensibile. Si
distingue solo qualche parola ogni
tanto.
2. Segnali molto deboli. 2. Nota assai ronzante di AC
(corrente alternata), senza traccia
di musicalità.
3. Comprensibile con considerevole
difficoltà.
3. Segnali deboli. 3. Nota ronzante di AC di tono basso
leggermente musicale.
4. Comprensibile sostanzialmente senza
difficoltà.
4. Segnali discreti. 4. Nota piuttosto ronzante di AC,
discretamente musicale.
5. Perfettamente comprensibile. 5. Segnali discretamente buoni. 5. Nota modulata musicale.
6. Segnali buoni. 6. Nota modulata, leggera traccia
di fischio.
7. Segnali moderatamente forti. 7. Nota quasi DC (corrente continua);
leggero ronzio.
8. Segnali forti. 8. Buona nota di DC, appena una
traccia di ronzio.
9. Segnali fortissimi. 9. Nota purissima di DC.